Questo post lo dedico all’Aki, compagna di (dis)avventure Tokimekiane e Chiharu stalker americano dal nome giapponese, dov’è l’Habataki station? penpal che mi ha suggerito di “recensire” questo capolavoro dell’animazione giapponese.

Citando l’opening:

1, Are you Ready? 2, Are you Ready? 3, I’m Ready di dubitare dell’eterosessualità di tutti, cos’è quella UNA GONNA? perchè siete più depilati di me e perchè avete copiato i colori dei Power Rangers?

Photobucket
Posso optare per una tazza di cicuta?

No, ho promesso all’Aki che devo riuscire a guardare questa cosa ma sto già morendo dal ridere, non ce la faccio, datemi un respiratore, una flebo di Prozac, qualcosa che mi aiuti a sopravvivere a 13 episodi di balletti e canzoncine.

Una settimana dopo.

Questo anime mi ha sempre spaventata, terrorizzata e provocato convulsioni solo nominandolo ma “Quest’oggi combattiamo!” [cit.] … quindi prendiamo il coraggio a due mani e continuiamo la visione di questa “cosa”.

L’inizio è particolarmente originale, non avevo mai visto un’aliena aspirante compositrice\idol con problemi burocritici riguardanti 30 minuti di ritardo per il test d’ammissione all’uni.

Photobucket

Ah no, la protagonista ha solo occhi gialli e senza vita ed è umanissima ed ameba come tutte le MC degli otome, per continuare lo stereotipo, viene salvata da due bellocci (?) che la stalkeravano ” è in ritardo perchè aiutava una bimbaaa, avete visto quanto è gentile, dolce e bellaaa?” se lo dicono loro allora è ammessa al test e lo passa pure!.

Qui abbiamo un salto temporale, il preside inaugura il nuovo anno scolastico mettendosi delle piume di pavone in testa e sculettando, ora capisco dove abbiano preso l’idea delle gonne.

La presentazione dei nuovi compagni di classe è ridicola, la protagonista è affiancata da un’amica indubbiamente più bella e carismatica di lei ma quest’ultima viene ignorata, tutte le attenzioni sono per Nanami perchè è Nanami.

Le presentazioni vanno per le lunghe quindi citerò solo il tizio che scambia la protagonista per un cane correndo ad abbracciarla in un turbine rosa, meno uso di droghe, no eh?

Photobucket

…ma che ragazza carina! Aspettate di sentire la sua voce e scoprirete che è un uomo. Tutti gli uomini qui in realtà sono donne?

Photobucket
Anche l’amica di Nanami fa uso di droghe

A fine giornata, scopriamo l’oscuro passato di Nanami: ” ‘na volta ho avuto una crisi ipoglicemica ma ascoltando una canzone mi è passata e mi sono innamorata del truzzetto che la cantava!

( Secondo me il suo corpo si è ripreso per fuggire dall’ascolto di tale abominio musicale ma non glielo dite )

Ed ecco spiegate le profondissime motivazioni che l’hanno spinta ad iscriversi a questa scuola e la gigantografia del truzzo in questione che discorre aggiungendo un “nya” ogni volta che conclude una frase.

Concludiamo la puntata, è risaputo che i gatti rubano fazzoletti e te li mollano vicino ai cespugli da cui a notte fonda spunta uno stupratore seriale? ma no! L’ennesimo stupido principe che si atteggia a figo, ovvio.

Grazie a Martel, l’episodio è finito, andate in pace.