Mi ci è voluto un po’ per metabolizzare l’emozione e l’accaduto, ma ora finalmente mi sento di parlare della giornata con Hideo Baba.

Vorrei iniziare il post dicendo quanto Tales of mi abbia dato in questi anni, sia videoludicamente che umanamente, sono grata a questa serie per avermi fatto capire quanto sia profonda la mia passione per i videogiochi per cui vivo e per tutte le persone straordinarie che ho conosciuto in otto anni.

Spero di esser stata all’altezza e di esser riuscita a rappresentare degnamente la fanbase italiana, se l’avessi saputo prima vi avrei chiesto se volevate che chiedessi a Baba qualcosa di preciso, ma purtroppo non c’è stato tempo.

Partendo dall’inizio, mi sono alzata alle 4 e per fortuna il viaggio in treno è andato bene, senza nessun ritardo(!), così alle 7:40 ero già con Neyla a Milano Centrale.

Mi perderei nei dettagli di quanto mi abbia fatto piacere conoscerla e di quanto sia stata bene in sua compagnia, ma non vorrei tediarvi troppo e finire in voli nostalgici fin troppo personali.

L’ufficio di Namco Bandai non è molto semplice da raggiungere, dalla stazione ci sono voluti minimo 40\50 minuti ed un cambio tram\metro, se fossi stata da sola sicuramente mi sarei persa *humm*.

Siamo arrivate per prime (yay!) con diverso anticipo ( l’appuntamento era per le 9:30), lo staff però è stato molto gentile e ci ha fatto entrare prima.

Saliamo al terzo piano, ci aprono la porta dell’ufficio e ci troviamo davanti un mega poster di Tales of Xillia, personalmente lo avrei rubato prima di subito.

Neanche il tempo di guardarci attorno, ci troviamo a sorpresa Hideo Baba davanti.

Panico.

L’emozione è stata fortissima, non pensavamo che fosse già lì, avevo il peluche di Tipo fatto da Neyla in braccio ed appena l’ha visto ci ha fatto vedere il suo e ci ha accolte e salutate con “konnichiwa”.

Sia io che Neyla non ci aspettavamo che quel peluche fosse così grande e morbido, in foto non lo sembrava!

Gli studi Namco Bandai sono molto belli, luminosi e gialli, c’erano diversi posters dove pubblicizzavano Ni no Kuni, Naruto e One Piece, diversa merchandise sparsa e sul bancone principale c’erano dei peluches di Pac-Man ad accoglierci (!).


Do want!

Lo staff ci ha offerto dei dolcetti e del caffè, ma eravamo così emozionati che nessuno di noi ha toccato nulla.

Nel mentre che aspettavamo l’inizio della conferenza, ho fatto diverse foto e alcune persone importanti fra giornalisti&Co. ci hanno stretto la mano(!).

Non so a che ora sia iniziata e finita la conferenza, ma entriamo in questa stanza (ahimè molto piccola!) ed involontariamente ho avuto la sedia più vicina a Baba trovandomelo a meno di due metri.

Ad un certo punto è anche inciampato sul cavo della PS3, me lo sono ritrovato ai miei piedi, come ho già detto la stanza era minuscola ed era già un miracolo vedere un tavolo, un proiettore, una PS3 ed un portatile.

In tutto, esagerando credo, saremo stati circa quindici\venti persone, ci siamo sentiti gli “eletti” in tutti i sensi.

Baba ovviamente parlava in giapponese, la sua interprete in inglese.

Ci è stata fatta una breve introduzione alla serie, ci ha spiegato quanto sia importante diffondere Tales of e soprattutto ci ha detto quanto abbia insistito per una localizzazione in italiano.

La presentazione ovviamente riguardava anche il gameplay, Baba stesso si è messo a giocare, mai avrei creduto che avrei visto una scena del genere!

Durante il primo scontro poi, era così preso che si è dimenticato di farci vedere gli attacchi combinati, ma effettivamente in ToX più combatti e più continueresti.

Seguono un trailer, tre skits (“bariboo” da noi sarà tradotto come “meloni”) ed un video divertente sugli attachments con la scena iniziale reinterpretata (Jude con coda e muso da cane e Milla con un paio di occhiali assurdi lol).

Ci hanno anche mostrato l’opening di Milla, su grande schermo e con gli altoparlanti è da orgasmo.

Baba ci ha anche fatto vedere da vicino come sarà la limited, l’action figure di Milla è carina, ma insieme a Neyla ci troviamo di nuovo a concordare che costi troppo.

Appena finita la presentazione, abbiamo avuto l’onore di avere Baba tutto per noi ancor prima dei giornalisti.

Ho fatto firmare le mie copertine di Tales of Xillia e Tales of Vesperia (pal), insieme a Neyla siamo state le uniche ad avere questa idea dell’autografo sui giochi.

Posso dire che amo questo mini poster e che piuttosto di cederlo dovreste passare sul mio cadavere?

Ci hanno anche dato dei cartoncini firmati, Baba è stato disponibilissimo pure per delle foto, appena ho pronunciato la parola “shashin” (foto in giapponese), ci ha dato il suo consenso.

Ho fatto una foto con lui dove purtroppo potevo venire meglio ed una di gruppo che vorrei postare integralmente su Facebook, ma prima devo chiedere il consenso di Neyla, pensavo che non avrei mai mostrato il mio volto ma per questa volta sono riuscita a vincere l’imbarazzo ed a prendermi una piccola rivincita personale verso chi credeva che la mia passione non mi avrebbe mai portato a nulla.

 photo fotobabatmc_zps8b203b0c.png
Momento indimenticabile ed un po’ derposo per me.

Qui ho deciso di postare la versione “censurata”, se volete però vi mando un messaggio privato e vi faccio sapere come mi chiamo su Facebook.

Passando al question time, un ragazzo si è lanciato e gli ha chiesto di Tales of Symphonia: Perfect Edition.

Baba ci ha risposto di esserne rimasto sorpreso, non ci ha detto letteralmente no, è un rumor e non può confermare nulla, è stato elusivo a riguardo ed io ho insistito che a noi piacerebbe molto vederlo in futuro.
Per Tales of Vesperia PS3 è stato chiarissimo, vogliono concentrarsi sui nuovi titoli e NON lo porteranno mai, è così esaurito di sentire questa domanda che ha preso Tipo per il collo, mi unisco alla campagna di sensibilizzazione lanciata da Neyla: “ogni volta che chiedete ad Hideo Baba di ToV PS3, un Tipo muore, fermate questa strage se avete un cuore!”.

Ovviamente da buon giapponese ( lo sapevate che è di Tokyo e che ha studiato lingue?), si è subito ricomposto e nonostante la perfida domanda, ci ha risposto sorridendo.

Un altra domanda, è stato l’infame “Sword of Legendia”, personalmente avrei dato una gomitata a chi lo ha chiesto, è stato cancellato molto tempo fa e non è del Tales Studio, viva l’informazione!.

E’ stato chiesto ( dall’amico di Haseo san ), se ci sono piani per far uscire anche da noi i Tales of su PSVita, essendo al momento il nome più appropriato PSMorta ci ha detto “forse, vedremo”.

Neyla invece ha chiesto di un futuro anime per Tales of Xillia, per ora non è nei piani, incrociamo le dita per il futuro però, a molti piacerebbe!

Abbiamo anche appurato che non hanno mai cancellato nessun Tales, peccato che anche questa domanda sia già stata chiesta un anno fa quando Baba faceva i video promo per Graces f.

E’ stato confermato Tales of Xillia 2, pensavo di comprarlo in giapponese ma a questo punto aspetto, ci è stato anche promesso che non passeranno mai più anni per localizzare Tales e che cercheranno di organizzare altri eventi italiani con Baba, era l’ora direi.

Dalla mia, gli ho parlato di “Fly Away”quando hanno accennato di “diffondere la voce fra gli amici”, ero così agitata che non trovavo le parole, avrei voluto dirgli molto di più e con un inglese degno dei miei studi ma l’emozione…argh!

Un ragazzo invece è riuscito pure a parlargli in keigo ( è la “lingua” che si utilizza nei rapporti di affari ), sono gelosa perché voglio anch’io tornare a studiare giapponese, spero di riuscire ad iscrivermi ad uno dei corsi al CELSO ( è l’istituto ufficiale di lingue orientali di Genova ) dopo l’estate *random nota*.

Ovviamente c’era anche il gioco da provare.

Quando ha preso il pad Neyla, è apparso magicamente Alvin come avatar, io volevo unirmi con Jude o Milla ma il secondo controller non funzionava, peccato!

La localizzazione non sembra fatta male e per il doppiaggio mi sono ricreduta, certo, certe voci non sono il massimo (Tipo e Milla soprattutto), ma il risultato finale è più che passabile.

Le ore sono volate e nessuno voleva andare via, come sarebbe bello lavorare lì, il ragazzo del keigo infatti gli ha pure consegnato il curriculum *chi non lo avrebbe fatto*.

Baba è passato a salutarci, in tutta la mattinata lo avrà fatto come minimo cinque volte, poi quando passava ci guardava e ridacchiava, che uomo simpatico lol.

Prima di esser presi e portati via di peso, sempre con Baba abbiamo alzato un pugno al cielo al suono di “Tales, Tales, Tales!”…vi prego, riportatemi a quel momento.

Il gruppo dei “prescelti” Zelos e Colette è stato anche a pranzo assieme, abbiamo ancora parlato di Tales of davanti ad una deliziosa pizza, si può desiderare di più? Fra l’altro ho anche ricominciato a vestirmi in Gothic Lolita, avevo la petticoat che mi faceva la gonna un sacco puffosa *cough*

Verso le ore 16\17 siamo tornate alla stazione, i saluti sono sempre tristi, ma spero che ci saranno altre occasioni per rivedere Neyla.

Ringrazio tutti, da chi mi ha sostenuta ed è stato mio amico durante questi anni, Spaziogames, lo staff Namco Bandai per averci offerto questa possibilità, Baba e Tales of per averci regalato tutte queste emozioni : GRAZIE!