Dot Kareshi -We’re 8bit Lovers- I ~Densetsu no Otome~

Con quale gioco iniziare l’anno nuovo quando l’offerta videoludica è così ampia? Nel mio caso la scelta è ricaduta sul picchiaduro dedicato alle Bizzarre avventure di JoJo, vorrei tanto comprarmi il manga o vedermi l’anime…troverò il tempo\denaro per farlo? Chissà! SPOILER : NEL 2020 SONO RIUSCITA A VEDERLO ->Neige’s Bizarre Adventure

Ciò di cui vorrei realmente scrivere in questa mia insonne nottata (sì, purtroppo ho problemi a prendere sonno ultimamente) è una mia ultima scoperta nonché l’ennesimo dating. sim tradotto da una buona anima (chiunque tu sia: Grazie!).

L’idea di base è geniale. Cosa succederebbe se avessimo la possibilità di incontrare i personaggi del proprio videogioco preferito? Bello? Bellissimo? In realtà non lo è molto quando ti viene rinfacciata quella volta in cui hai fatto “game over “ o quella in cui hai saltato una subquest.

Immagine

L’eroina di questa storia è una pessima videogiocatrice che si è macchiata di numerosi crimini verso il mondo 8-bit e per lei le cose si mettono MOLTO MALE quando un glitch la teletrasporta nel mondo fantasy del suo JRPG preferito.

Hero, Mage, Thief e Priest sono molto arrabbiati ed ognuno per un motivo ben preciso, per questo decidono di “fargliela pagare”.

Immagine2

Fra i primi “scherzi vendicativi” fatti alla protagonista è quello di farle credere di averla vista mentre si cambiava…XD

Cosa ha fatto così di grave? Tante cose che comunemente i videogiocatori fanno…

Hero ad esempio è furioso perché il suo nome standard è stato cambiato in “radicchio” e per avergli fatto affrontare un boss immune agli attacchi fisici che ovviamente non ne voleva sapere di morire.

Immagine4Cose che solo i principianti fanno? Entrare nelle case degli altri e frugare in cerca di oggetti lo fanno tutti i videogiocatori però, come si sentono i personaggi sullo schermo costretti a farlo di persona? Molto in imbarazzo.
Rimanendo in tema di imbarazzo, tutte le persone hanno i propri segreti. I personaggi dei videogiochi invece non hanno una propria privacy perché prima o poi salta fuori la subquest dedicata al loro “oscuro passato” ed addio segreti ( la protagonista invece, ha pensato bene di saltare tutte le subquests perdendo importanti oggetti e magie, ahi ahi!)
Allo stesso tempo, i dati personali come peso, altezza ed età vengono reso pubblici a tutti, nel caso della protagonista nel suo status screen appare anche la taglia del suo seno LOL.

immagine7

“Mage era fiero delle sue magie finché qualcuno non gli ha disattivato gli effetti sonori e visivi perché “noiosi” da vedere”.

 Immagine9

“Un Priest in party è un elemento importantissimo se non fondamentale, un po’ di riconoscenza per favore ehehehe!”

Il gioco alla fine diventa un dating. sim quando la protagonista per tornare al suo mondo deve scegliere una subquest da portare a termine e guarda caso ogni essere pixelloso è già innamorato di lei.

immagine8LO SAPEVO CHE FINIVA COSì!

Ci sono due finali per ogni personaggio a seconda di quanto “love love” ci sia nell’aria. Con un po’ di “love” l’eroina rimane nel mondo ad 8bit, con tanto “love love” si porta il fidanzato nel mondo reale. Il mio finale preferito è quello del mondo ad 8bit, il mondo reale è noioso!

Immagine12

Concludendo, ho trovato l’idea di base molto carina non solo come “dating sim.” ma proprio per un gioco vero e proprio ma dubito che sarò mai accontenta *sob*.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *