Castlevania: reboot e maledetta nostalgia

Teoricamente avrei dovuto scrivere di Fire Emblem: Awakening (per la cronaca: lo sto ancora giocando), ma in questi ultimi giorni mi sono data a Castlevania LoS: Mirror of Fate e preferisco dargli la precedenza.

Prima di tutto, l’ho ricevuto in regalo e quindi colgo ancora l’occasione per ringraziare per il pensiero, sono in sessione esami ed ammetto che mi ha molto tirata su di morale, in più ho proprio apprezzato il gesto in sé.

 Non l’ho ancora finito ma posso già dirvi che non mi è dispiaciuto, è divertente ed indubbiamente curato, ma si sente eccome la differenza fra i passati Castlevania che continuano sempre a mancarmi molto.

Un po’ non gli perdonerò il “nuovo” Alucard, me lo ricordo ai tempi di SotN nei stupendi artworks della Kojima, in Mirror of Fate invece…

 Commento ironico tratto da una pergamena del castello scritta da una fangirl e trovata nel cadavere della stessa:

Non ricordavo che Alucard fosse grigio(?), per non parlare delle sue abilità, ad un certo punto ha tirato fuori delle ali da angelo oscuro, si è trasformato in un licantropo invece di un lupo, non diventa più un pipistrello e morde selvaggiamente i serpentoni viscidi rovinando(mi) l’immagine dei vampiri eleganti dediti ai colli delle belle fanciulle Neige abbandona il tuo sogno. Ha fatto bene a gridare appena si è guardato allo specchio, prima era un bishounen che altro Uta no Dementi Sama, ora non sposerò più lui ma Soma(?).

Come farò ad andarmene via da qui? Perché quel mostro ha una sedia, delle corde ed i dvd di tuallait? Ho un brutto presentimento…

Scherzi a parte, mi ha infastidita più il suo cambiamento caratteriale, certe battute erano da “you don’t say?”. photo 61381fe6-0044-466c-8dcc-6eaec3135d4d_zpsb59effda.jpgPrima

 photo 8eeafd5d-f6f1-4132-b855-8a159afe7b5f_zps69860aab.jpg

Dopo

Potrei anche parlare della difficoltà, mi ricordo le bestemmie (ma per rimanere in tema dovrei dire “Bloody Tears”?) che tirai giù su Rondo of Blood, in Mirror of Fate è tutto “guidato” non esiste neanche un vero “game over”.

 photo 8e7adbb9-e4c4-48e0-b8c9-b62543fbb4b6_zps309f4f4c.jpg

Guardate un po’ in cosa mi sono imbattuta lol.

Indubbiamente ciò è stato pensato per far avvicinare anche i videogiocatori meno esperti e personalmente non pesa eccessivamente sul mio giudizio, però l’avermi distrutto il piacere dell’esplorazione, quello sì.

Spero che in futuro potrò ancora parlare della serie, oggi mi sono limitata ad un post disimpegnato ma mi auguro che comunque vi sia piaciuto.

0 commenti

  1. Gli unici Castlevania che ho terminato sono quelli portatili, ragione per cui è sempre stato Soma il mio mito (lo sapevate che ha lo stesso doppiatore di Leon Magnus?!). Symphony of the Night l’ho ancora sullo scaffale, mentre Mirror of Fate ancora sono indecisa se comperarlo o meno, dato che IGN lo sconsiglia, e persino la recensione di NRU mi è sembrata un tantino tiepida. Inizialmente pensavo di prenderlo per approfittare dell’offerta in corso (quella con cui è possibile scaricare un gioco gratis per ogni tre registrati), ma ho già raggiunto la quota, per cui aspetterò che cali quantomeno di prezzo.
    E’ un peccato che gli ultimi Castlevania stiano deviando tanto verso l’azione, perché i titoli per gameboy advance e quelli per DS sono strepitosi. Spero soltanto che la Konami ritorni sui suoi passi nel prossimo futuro.

    A giudicare dalla demo il gioco sembra comunque essere molto divertente, a parte qualche intermezzo di troppo.

  2. Rondo of blood non fa testo, è difficile perché è tarato male XD
    Richter, ma anche tutti i Belmont prima di lui, avevano l’agilità di uno scafandro e quelle cavolo di scale hanno ucciso più persone di quante ne possano aver condotto ai piani alti del castello. XD

    Adesso aspettiamo il WoT per fire emblem!

  3. x Blueyestarling: anch’io ho iniziato con Soma e sapevo del suo doppiatore, sono sempre stata indecisa fra lui ed Alucard, li adoro entrambi XD.
    SotN secondo me è fra i must, mentre per Mirror of Fate concordo di aspettare che cali di prezzo.
    Concordo, spero anch’io di rivedere un Castlevania in 2D sulla scia dei capitoli per DS e GBA.

    x Wanicola: La cosa mi consola, continuavo a morire, pensavo di esser sdatta e che Richter non mi avrebbe mai perdonata XD.

    Poveri Belmont che muoiono sulle scale, fossi stata in Dracula avrei investito tutti i miei fondi non in mostri ma in queste ed avrei dominato il mondo senza manco alzarmi dal trono u_u’.

    Per il WoT, ho già iniziato a scriverlo #soon.

  4. I Casltevania in stile Metroidvania li ho finiti tutti (tranne DoS: PoR e OoE). Riguardo a questi ultimi giochi (Lord of Shadows), ho visto che cercano di seguire la stessa strada di DmC per ritornare a come erano i primi giochi: lineari, incentrati sull’azione e difficili. Mi piacerebbe prendere questi ultimi giochi, ma vorrei sapere se ne vale la pena.

    La tetralogia dell’AVGN su Castlevania insegna su come le scale siano un ostacolo ridicolo e frustrante (mi dava problemi quando giocavo al primo <_<").

  5. Peccato che ti manchino quelli per DS, io li ho giocati tutti e tre (OoE però devo ancora finirlo) e mi sono piaciuti molto.

    Dei LoS ho giocato solo a questo per 3DS, difficile non lo è stato affatto o_o’.

    Ho visto anch’io quei video, li ho trovati molto divertenti, fra ” omg, medusa heads ” e la tipa di Castlevania 64 che esplodeva XD.

  6. Le scale nella serie di Castlevania sono sempre state un problema perche’ sono uno degli elementi che rendono difficile il gioco (agilita’ dei personaggi a parte),specialmente quando ci si trova a che fare con le Teste Di Medusa nei livelli a scorrimento verticale (quel maledetto movimento ondulatorio oltre che irritante fa anche imbestialire a volte).
    Di tutti i capitoli ne ho giocati e terminati 11 (credo),quelli per Playstation 2,Gameboy Advance e Nintendo DS li devo ancora giocare,anche se ho provato per un po’ Dawn Of Sorrow (il cui sistema di disegnare i simboli con lo stilo per sconfiggere i boss personalmente non mi piace molto perche’ a forza di tentare si rischia di rovinare il touch screen).
    E’ un vero peccato che la serie sia cambiata moltissimo,avrei tanto preferito che continuasse come accadde in passato,evidentemente la Konami non ha ben capito che “nuovo” non significa necessariamente “migliore”.

    Symphony Of The Night era e restera’ sempre un must.

    “Farewell,land of my birth.Never again will these eyes gaze upon your beauty.”

  7. Teste di medusa + scale = ODIO TOTALE @__@.

    Io ho messo una pellicola protettiva sullo schermo del DS, neanche così funziona? A me personalmente Dawn of Sorrow è piaciuto un casino T_T.

    Symphony of the Night per sempre nel nostro cuore: capolavoro.

  8. L’odio e’ ANCORA PIU’ TOTALE quando queste maledette hanno la pessima abitudine di riapparire in continuazione (il cosiddetto “respawn” in inglese) e proprio quando meno te l’aspetti!!A causa del loro modo di muoversi,per poterle ammazzare efficacemente devi avere una precisione chirurgica con la frusta,specialmente se ti trovi nelle scale perche’ se manchi il bersaglio,ti colpiscono.
    Purtroppo la frusta ha un punto debole per quanto potente possa essere,la puoi usare in un’unica direzione,anche se ti sposti a destra o a sinistra oppure abbassandoti (ad eccezione di Super Castlevania IV dove la frusta la puoi usare anche in diagonale).
    In Symphony Of The Night,le Teste Di Medusa (o Medusa Heads in inglese) sono abbastanza sopportabili perche’ Alucard ha l’abilita’ di colpire anche in diagonale con la spada e se usi la reliquia Gas Cloud,non rappresentano piu’ una minaccia dal momento che puo’ trasformarsi in Nebbia (ma questo immagino tu lo sappia gia’,era giusto per ricordare i bei tempi andati con questo gioco).
    Ah,a proposito,sei riuscita a trovare tutti gli oggetti?Io si ma ho cancellato il salvataggio perche’ mi serviva spazio sulla Memory Card (ora invece e’ completamente vuota perche’ ho intenzione di ricominciare tutto da capo).La percentuale ufficiale di completamento del gioco e’ 200.6% nel caso non lo sapessi che puo’ arrivare a 210% con una glitch e forse e’ possibile aumentarla ulteriormente ma tanto non cambia niente perche’ i finali sono sempre quelli a seconda di quanto si completa il gioco stesso (non esiste un quinto finale).

    Potrei usare una pellicola protettiva ma deve essere originale,approvata dalla Nintendo e non so se esistono,meglio non usare pellicole non originali per evitare problemi.

    Symphony Of The Night capolavoro assoluto.

    http://www.technobuffalo.com/wp-content/uploads/2015/03/Castlevania-Symphony-of-the-Night-1.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *