Quanti mesi ho da recuperare…3?

Mi dispiace se ho tardato a scrivere questo post, non riuscirò a coprire tutte le serie che ho seguito in questi mesi ma ci provo a citarne alcune, non per importanza o gradimento ma partendo dalle ultime che ho visionato *gomen*.

Mawaru Penguindrum

Ringrazio chi mi ha incoraggiata a portarlo avanti perchè mi sarei persa un’ottimo anime.
Dai primi episodi, non mi sarei aspettata una trama così intricata e profonda, arrivavo sempre a fine puntata e correvo a caricarne un’altra per sapere cosa succedeva dopo.
Lo promuovo a pieni voti e lo consiglio a tutti!

Boku wa tomodachi ga sukunai

 quella vestita da cameriera è un ragazzo #sapevatelo

Questo anime riguarda “gente che non riesce a fare amicizia“.
Basta guardare l’opening e potete capire perchè siano degli emarginati, tette e culi ovunque…?
Fra l’altro, il protagonista più che un club forma un harem, alla faccia dell’anime sull’amicizia.
L’ho droppato dopo 10 minuti, a suon di “ahhh mi sento tanto sola ma guardatemi sono in costume da bagno!” *messaggio subliminale*

Kimi ni todoke:

 sì, assomiglia a Sadako di The Ring.

Gli shoujo non sono il mio genere ma questo evitando tonnellate di zucchero e cavolate varie (mi hai sfiorato la mano awwww! ), si è fatto guardare per circa 5 puntate per poi essere bocciato alla grande scusami Raya.

La storia è abbastanza irrealistica, vorrei ancora capire come possa nascere dell’interesse reciproco(!) dando un’indicazione stradale o come sia possibile ri-ri-ri-riproporre lo stereotipo della “sfigata” che viene notata dal tipico ragazzo popolare con le sue 3000 fans dietro.
Diciamo anche che Kazehaya ,è un po’ troppo perfetto per esser credibile tanto che se gli piacessero i videogiochi ed avesse i capelli lunghi mi iscriverei anch’io al suo fan club.

Ciò che ho inizialmente apprezzato, sono stati i sentimenti positivi, la premessa e la protagonista Sawako “una ragazza che ha messo un muro fra lei e gli altri, sembra irraggiungibile, di fatto è solo molto riservata”.
Peccato che alla lunga, la protagonista risulti spesso troppo riflessiva, problemi che avrebbe potuto risolvere in una puntata, protratti per mezza serie fra lacrime e crisi depressive ( es: storia dei pettegolezzi).
Uno dei pochi “punti” che salvo, è l’idea che Sawako parta ammirando Kazehaya ma di fatto desidera ed è felice anche solo di essergli amica, non è deviata dall’ormone traditore tipico di anime come…uta no dementi? *sono idols bellocci uèèè*.

Leggendomi un riassunto dettagliato, ho scoperto con orrore che dopo 25 puntate succederà qualcosa di scandaloso: lei inciampa e lui le prende la mano sarà mica rimasta incinta?
Io dovrei stare zitta perchè sono timida, ingenua e regina del “…mi ha detto che gli piaccio ma sicuramente intendeva come amica!” e del “una ragazza attende pazientemente e non si sbilancia *sorseggia thè e mette vestito del 800*”e tutto questo nonostante sia stata impegnata per anni, però la situazione fra Sawako e Kazehaya è così palese fin dal primo episodio da risultare veramente “pesante”, anche una demente come la sottoscritta avrebbe fatto 2+2 (forse).

Come definirei in una parola “Kimi ni Todoke”? infantile.